giovedì 18 agosto 2016

Senza Confini









La Vita è semplicemente quel percorso che porta ad essere, davvero, ciò che eri nato per essere. Porsi in ascolto di Se stessi al fine di comprendere, o accettare, che ogni Altro nel mondo è l’Io ed ogni Io è un Mondo: solo questo porterà quel fisiologico crollo dei confini,
i muri imposti dal pregiudizio, dall’ignoranza.








Nessun commento:

Posta un commento

Sulle dinamiche perverse nell’uomo: essere o dover apparire ‘umili’?. Fede ( appunti, 2018: l’irrimediabile condizione di esseri individuali come origine primordiale del dolore umano? - II )

(...) in verità mi domando: quanto ci adattiamo, attraverso un ruolo pubblico o nella vita privata, a dinamiche perverse di vit...