venerdì 9 settembre 2016

Qui non c'è spazio per i Poeti







Ma non c'è spazio in terra per i Poeti
solo danza nel fuoco, tra le ingiustizie
sopravviveremo sui ritagli di un colore.
Venti passi lunghi Vitamia
e siamo a Riva.




(estratto da 'Poesie': 'Chiedi di Me', adatt., 2016)


Nessun commento:

Posta un commento

Sulle dinamiche perverse nell’uomo: essere o dover apparire ‘umili’?. Fede ( appunti, 2018: l’irrimediabile condizione di esseri individuali come origine primordiale del dolore umano? - II )

(...) in verità mi domando: quanto ci adattiamo, attraverso un ruolo pubblico o nella vita privata, a dinamiche perverse di vit...