mercoledì 23 novembre 2016

Il mio 'Animale Totem'







(...) C’è stato un falco per ogni periodo della mia Vita; animale Totem, direbbero gli indiani d’America, e non amo i vigliacchi, detesto l’ipocrisia, quanti si servono della buona fede altrui. Ho appreso dal falco sardo, come trattare la mia 'preda'. Studiarla dall’alto, da lontano controllarne i confini, definire gli spazi, prevenirne gli scatti inquieti, ‘volare’ attorno per innervosirla; per farla sentire braccata. Puntare e attaccare, stordire, annientare quando durezza è necessaria al bene comune, ‘cibarsene’ senza pietà. E che sia da monito per altri potenziali nemici. L’apparente crudeltà e, in realtà, il Giusto eterno della Natura, sempre in divenire.
Come nell’Uomo per l’Uomo: non per quella vendetta che consuma il vendicatore, per primo, ma per ristabilire la Giustizia della Natura; le due misure della bilancia dell’Universo... 




(da ‘InFrammentos di Me’, autobiografico)


Nessun commento:

Posta un commento

Italia e mal governo

Quando e Se, chi governa un Paese, usa il potere per umiliare meschinamente, mediocremente i più deboli, tutti siamo più deboli; m...