giovedì 8 dicembre 2016

L' Italia senza Memoria, nonostante









Penso ad un magnifico film, rivisto di recente e che consiglio soprattutto alle nuove generazioni; 'The Giver - Il mondo di Jonas'. Una ipotetica umanità del futuro: senza appiglio, perfetta, freddamente razionale, che cancella la memoria di ciò che è stata, della sua Storia, le sue emozioni.
Eliminare la memoria tramite l'ignoranza, imposta dal sistema, dei più: chiudersi nell'individualismo, nel sogno; annichilire, nell'uomo, ogni senso, affinché esista solo il 'bene'.
E penso all'italia e agli italiani, popolo senza memoria, dove un errore continua a ripetersi all'infinito e nonostante; nonostante altri uomini costretti a farsi eroi da eventi e omertà di uomini uguali. Gli Eletti Eroi; Coloro che, in teoria, hanno dovuto e debbono ancora fungere da combattenti del 'male'.
Grandi, periodiche cerimonie; continui sacramenti dovuti a quei morti già abbandonati da vivi (ché gli 'eroi', per un'umanità alla catarsi, sono pochi e isolati: in quanti sono in grado di rischiare come loro, per il bene comune?)
pianto e dimenticanza per noi tutti che non siamo migliori per essere rimasti;
forse solo incoscienti.





Nessun commento:

Posta un commento

Sulle dinamiche perverse nell’uomo: essere o dover apparire ‘umili’?. Fede ( appunti, 2018: l’irrimediabile condizione di esseri individuali come origine primordiale del dolore umano? - II )

(...) in verità mi domando: quanto ci adattiamo, attraverso un ruolo pubblico o nella vita privata, a dinamiche perverse di vit...