mercoledì 21 dicembre 2016

Sopravvivere da Ubriachi







Molte persone hanno paura di ascoltare, temono ciò che c'è davvero dietro il 'rumore' soltanto sentito attraverso il vivere quotidiano. Il telefono che deve squillare sempre o ti senti solo, la corsa dall'estetista o il bimbo esausto ma trascinato in piscina, il social con le sue notifiche, il blaterare costante della portinaia o la vicina pettegola, le ricette della TV o i motivetti idioti alla radio: rumore e ancora rumore; tutto va bene pur di non pensare, per non fermarsi un istante, per vivere da storditi; da ubriachi. 
Ecco, si: constato una voglia costante di ubriacarsi di sopravvivenza...sopravvivenza, ché la Vita è altro, è Oltre.
Ma imparare ad ascoltare davvero, quindi ascoltarci,
pregiudica l'accettare -comprendere- l'inestimabile bellezza del silenzio.




Nessun commento:

Posta un commento

Sulle dinamiche perverse nell’uomo: essere o dover apparire ‘umili’?. Fede ( appunti, 2018: l’irrimediabile condizione di esseri individuali come origine primordiale del dolore umano? - II )

(...) in verità mi domando: quanto ci adattiamo, attraverso un ruolo pubblico o nella vita privata, a dinamiche perverse di vit...