domenica 20 agosto 2017

Uomini di latta








Non esistono Uomini che accolgono un destino violentato da terzi, senza mai reagire di fronte ai soprusi, alle ingiustizie.
Ché Terra e Cielo, per troppi, non conoscono pietà.
Ma è della natura umana l'istinto all’autodifesa: può affiorare assieme al coraggio nel modo più inatteso, bestiale, muovendoci a domandarci se la società, questa nostra società, non sia ancora, e tacitamente, presieduta dalle stesse, rinnegate, leggi tribali.



Nessun commento:

Posta un commento

Sulle dinamiche perverse nell’uomo: essere o dover apparire ‘umili’?. Fede ( appunti, 2018: l’irrimediabile condizione di esseri individuali come origine primordiale del dolore umano? - II )

(...) in verità mi domando: quanto ci adattiamo, attraverso un ruolo pubblico o nella vita privata, a dinamiche perverse di vit...