martedì 3 ottobre 2017

Una società mondiale umanitaria









Per costruire una società mondiale umanitaria più giusta e interdipendente, si necessita prima di tutto dell’illuminazione della Conoscenza, di volontà spirituale, di Amore; ricordiamo che il segreto, l’omertà rappresentano condizioni fisiologiche al dominio dei sofisticatori di qualunque campo.
A quella nuova Umanità alla quale aspiriamo, ci si arriva mirando a sviluppare, già dall’infanzia, le potenzialità interiori, la creatività: Umanità che, necessariamente, deve essere assimilata dal futuro uomo come un Tutto.
Evolversi è pensare globalmente e agire localmente.
Una popolazione ferocemente violentata, ergo abbruttita, dai soliti avventurieri senza pudore, è destinata a sopravvivere: a non intendere nulla di quanto accade e ad aggregarsi, bestia docile, alle mosse, occulte o meno, della mala politica.



Nessun commento:

Posta un commento

Sulle dinamiche perverse nell’uomo: essere o dover apparire ‘umili’?. Fede ( appunti, 2018: l’irrimediabile condizione di esseri individuali come origine primordiale del dolore umano? - II )

(...) in verità mi domando: quanto ci adattiamo, attraverso un ruolo pubblico o nella vita privata, a dinamiche perverse di vit...