domenica 27 maggio 2018

Le forme della violenza







La violenza ha tante forme; non sempre è 'fisica', ed è importante riconoscerla. Può manifestarsi tramite indifferenza e disprezzo, col non permettere al partner l'accesso alle finanze 'comuni'. Può presentarsi subdolamente sminuendo o criticando, in pubblico quanto in privato, ogni azione dell'altro; annichilendo tutto ciò che l'altro è o rappresenta. Tradendo l'altro in quella che è la promessa silenziosa di rispetto reciproco. Per le nuove generazioni: l'amore non è un videogioco, non è una fiction dove tutto è bene quel che finisce bene; certe ferite non chiudono, durano dopo noi. E' importante riconoscere i segnali del dolore che verrà, della bugia; affrontarli con coraggio e, soprattutto, rispetto verso noi stessi. Chi ama non fa soffrire.


Nessun commento:

Posta un commento

Sulle dinamiche perverse nell’uomo: essere o dover apparire ‘umili’?. Fede ( appunti, 2018: l’irrimediabile condizione di esseri individuali come origine primordiale del dolore umano? - II )

(...) in verità mi domando: quanto ci adattiamo, attraverso un ruolo pubblico o nella vita privata, a dinamiche perverse di vit...