martedì 7 agosto 2018

Eccomi, ancora







(Gestisci, danza coi tuoi fantasmi -finiranno di parlare solo quando tu, finirai-, per arrivare alla luce che cerchi: diversa faccia di stessa medaglia). Ritratto di un fotografo di fiducia, 
mio figlio Fabio.




Nessun commento:

Posta un commento

Sulle dinamiche perverse nell’uomo: essere o dover apparire ‘umili’?. Fede ( appunti, 2018: l’irrimediabile condizione di esseri individuali come origine primordiale del dolore umano? - II )

(...) in verità mi domando: quanto ci adattiamo, attraverso un ruolo pubblico o nella vita privata, a dinamiche perverse di vit...